Diciotto anni fa la morte di Brandon Lee

Nato l’1 febbraio 1965, Brandon Lee rimarrà per sempre un’icona della ribellione giovanile, in quanto tragico protagonista di uno splendido, “IL CORVO”, che sbancò i botteghini di tutto il mondo ma che, purtroppo, spezzò la vita del giovane attore.

Al momento della chiamata a recitare questo ruolo, Brandon Lee era semplicemente il figlio di Bruce Lee, protagonista di film di arti marziali, tragicamente morto negli anni ’70.

Anche Brandon cominciò con ruoli di questo tipo in film minori, girati tra Hollywood e l’Oriente.

La parte di Eric Draven, protagonista del film “IL CORVO”, fu offerta inizialmente all’attore River Phoenix, che la rifiutò. Il giovane, tra l’altro, trovò (per uno scherzo del destino) la morte alla fine del 1993, per un tragico mix di cocaina ed eroina.

La tragedia avvenne il 31 marzo 1993: Brandon Lee si apprestò a girare la famosa scena in cui Eric Draven si vendicava di Funboy.

Funboy (interpretato dall’attore Michael Massee, cui la carriera fu stroncata dalla tragedia) sparò un colpo di pistola ad Eric Draven: sfortunatamente la pistola a salve non era stata ben pulita, e una scheggia si conficcò nel torace di Brandon Lee, uccidendolo per dissanguamento.

Il film, tuttavia, incassò 170 milioni di dollari, consegnando Brandon Lee alla storia.

Brandon Lee nei panni di Eric Draven

Brandon Lee