Oggi ricorre l’anniversario della “Follia umana”

Correva l’anno 1933.

23 marzo.

In Germania, dopo l’incendio del Palazzo del Reichstag (il Parlamento), per cui Hitler accusò i comunisti e li fece arrestare, il Partito Nazionalsocialista si presentò nell’aula parlamentare con una proposta chiamata DECRETO DEI PIENI POTERI.

Il Decreto consisteva in un semplice permesso: assicurava, di fatto, all’esecutivo di Adolf Hitler di legiferare senza bisogno dell’approvazione del Reichstag (Parlamento).

La legge non poteva passare a livello numerico (a livello giuridico invece sì, in quanto tale escamotagè fu previsto dalla Costituzione di Weimar del 1919): Hitler non aveva i numeri.

Ecco qua il colpo di genio: dell’incendio del Reichstag furono incolpati i comunisti, ed Hitler li fece arrestare immediatamente.

Ad alcuni deputati socialdemocratici, invece, fu impedito fisicamente di partecipare.

Alcuni deputati del Centro Cattolico, invece, furono minacciati di morte durante la seduta dalle Forze Paramilitari del Partito Nazista (le SA), fatte schierare da Hitler in aula e fuori dal Parlamento.

Solo un partito ebbe il coraggio di votare contro: erano i socialdemocratici, fatti sciogliere con decreto del Cancelliere Hitler due giorni dopo…

Da quel giorno il mondo cambiò.

Hitler prese comando del potere esecutivo e di quello legislativo, ed ebbe campo libero per dimostrare al mondo quanto era folle.

Adolf Hitler, cancelliere tedesco dal 1933 e Fuhrer dal 1934 al 1945

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: